• Rapso

#sundaystars: @cartoleena

Aggiornato il: mar 8

Inauguriamo oggi la rubrica "Sunday Stars" con uno dei progetti che seguiamo da tempo e che spesso amiamo condividere: @cartoleena.


Prima di andare alla scoperta del mondo di @cartoleena, è bene spendere qualche riga per descrivere questa nostra nuova iniziativa.


Sunday Stars propone contenuti originali ed esteticamente coerenti, ponendo in risalto il processo creativo di ogni singolo progetto e analizzando il rapporto followers/following, in maniera multidirezionale e trasversale.


Multidirezionale per promuovere l'interscambio creativo su Instagram, mettendo in luce iniziative che si distinguono (o hanno la potenzialità di farlo) per il loro acume e per le loro capacità di interpretare gusti e tendenze sotto un punto di vista non ordinario.


Trasversale poiché la prerogativa di questa rubrica sarà quella di attraversare i diversi stream di cui Rapso si occupa. Le nostre "stelle" della domenica potranno provenire tanto dalla "galassia" delle arti visive, quanto da quella delle arti performative, passando per quella musicale e letteraria.


Ed è per questo che potrete trovare questa rubrica alla voce "cocktails" tra le nostre categorie!



Posizioniamoci al telescopio ed osserviamo il nostro primo astro:


Come ha avuto inizio il tuo progetto? Puoi descrivere brevemente il processo creativo che da forma ai contenuti?

Ho una grande passione per il brutto. Le cartoline postali sono l’identità più profonda del cattivo gusto e per questo mi hanno sempre affascinato. Le collezionavo senza sapere cosa farne, fino a quando, durante il quarto anno di università, non frequentai il celebre corso di Semiotica e Teoria dell’immagine della professoressa Angela Mengoni. Il suo modo di analizzare quelli che lei chiamava ”testi visivi“ mi ha colpito molto, quindi ho deciso di farlo anche io con le cartoline postali.


Seguire ed essere seguiti: quanto conta per te l'equilibrio (di qualità e quantità) tra questi due momenti della vita sui social? In che modo lo gestisci? Essere molto seguiti, su Instagram, non sempre è indice di qualità. La gratuità dell’operazione spesso porta gli utenti a scegliere frettolosamente chi seguire e chi no. In generale, sono abbastanza sicuro che il mio pubblico (non tutto, ma in grande parte) sia un pubblico di qualità, perché è attivo, interessato ai miei contenuti e stimolato a pensare. Penso che questa cosa derivi dal fatto che il mio sia un progetto piuttosto "di nicchia", non cerco il plauso di un grande pubblico, ma l'apprezzamento di pochi e sinceramente interessati.

Essere seguiti: Qual è il tuo rapporto con l'audience? Per te è più importante individuare e analizzare le preferenze di chi ti segue, oppure le caratteristiche del prodotto finale sono slegate dagli interessi del tuo pubblico? Ho cervelloticamente ragionato molte volte su come accattivare l'opinione del mio pubblico, per cui direi che il mio contenuto è anche in parte influenzato da cosa piace e cosa no. Trovare un buon compromesso tra essere ciò che vuoi essere e assecondare le preferenze di chi ti segue mi sembra sia la cosa più rispettosa per entrambe le parti.

Seguire: "To feed" significa nutrire, e abbiamo già dato uno sguardo al tuo menù. Volendo, invece, fare riferimento a ciò di cui tu stesso ti nutri, di cosa è composto il tuo "feed"? In linea di massima, cosa suggeriresti agli #igers per meritare il tuo "follow"?

Sono attratto dai progetti finemente ironici, infatti seguo quei profili che almeno una volta nella mia testa sono riusciti a farmi esclamare "geniale!". Tutto sommato il mio feed può dirsi variegato e ampio, sia rispetto alle tematiche che agli stili. Seguo anche (forse sopratutto) persone oltre che progetti: mi piace interagire con gli autori e condividere il mio pensiero con loro. Nel mio caso sono nati molti bei "rapporti digitali" su Instagram.



Join us*

*if you see things in a different way...

Let's be creative together. Please share your CV/Portfolio using the fields below.

arrow&v

Your request has been sent!

 

ISSN 2724-0460

©2020 di Associazione Culturale Menti Colorate